Toto-scommesse sul Nobel per la Letteratura

In un articolo della sezione cultura del sito di Panorama ho scoperto che sono aperte le scommesse per il futuro premio Nobel per la letteratura. Tra pochi giorni (la data è ancora top secret) verrà eletto il vincitore e come ogni anno i bookmaker si stanno preparando a incassare. Vediamo insieme chi sono i meglio quotati.

joyce carol oates

Nella top 10 dei papabili premi Nobel per la Letteratura io tifo per Joyce Carol Oates (nella foto, ® Gary Leonard) e Murakami Haruki.

Per l’Italia i favoriti (ma non troppo, visto che sono pagati 33 a 1) sono Umberto Eco e Dacia Maraini. Scendendo (o meglio, salendo) poi nella classifica troviamo Philip Roth, scrittore in pensione, che dal 2012 non pubblica più, ma che rimane uno dei capisaldi della letteratura internazionale (giusto per non farmi trovare impreparata ho appena scaricato l’ebook Newton Compton con tutti i suoi romanzi). Seguono Milan Kundera, l’autore de L’insostenibile leggerezza dell’essere (uno dei libri che più mi ha colpito, in gioventù), e il poeta siriano Adonis.

Negli ultimi giorni ha guadagnato qualche punto lo scrittore austriaco Peter Handke, dalle forti prese di posizione antioccidentali, mentre a metà classifica troviamo una donna Joyce Carole Oates, autrice del bellissimo Storia di una vedova che ho sul comodino da un po’. Oates è a parimerito, nel toto-scommesse, con il drammaturgo Joe Fosse definito “l’Ibsen contemporaneo”.

10 a 1 è invece quotata Svetlana Alexievich, saggista e giornalista bielorussia, così come Assia Djebar, direttamente dall’Algeria, che scrive a sostegno del femminismo nei paesi islamici.

Al secondo posto quello che io definirei l’eterno secondo (e che secondo me oramai se l’è messa via, sta storia del Nobel, perché tutti gli anni lo danno sempre per favorito ma non vince mai) Murakami Haruki. Ora, che lo meriti tutto è fuor di ogni dubbio, ma la lotta si fa davvero dura, soprattutto se tra i più quotati c’è un certo Ngugi Wa Thiong’o che, in caso di vittoria, porterebbe il secondo Nobel in Kenya, dopo Wole Soyinka.

Che dire? In bocca al lupo a tutti e che vinca il migliore.

ps. Io ci avrei inserito anche Elizabeth Strout, nella classifica. E voi? Chi pensate/vorreste fosse il prossimo premio Nobel per la Letteratura?

Add Comment

Acconsento al trattamento dei miei dati secondo quanto esplicitato nella Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: