Thomas Fisher Rare Book Library

Thomas Fisher era un normale americano che si era trasferito, a fine Ottocento, nell’Upper Canada. Qui aveva costruito un mulino e aveva avuto un ruolo attivo nella vita della comunità, tanto che alla sua morte (nel 1973) nipoti e pronipoti avevano donato la sua collezione di libri di Shakespeare e opere del Novecento alla biblioteca dell’Università di Toronto. Ecco perché si è deciso di dedicargliela: la Thomas Fisher Rare Book Library. Da allora il patrimonio librario è andato espandendosi e conta adesso 700mila volumi e 3.000 manoscritti rari. Vi va se ci facciamo un giro virtuale tra gli scaffali?

Se c’è uno stato in cui mi piacerebbe andare a vivere, questo è sicuramente il Canada. Mi ha sempre affascinato, fin da quando mio papà ci andava per lavoro e mi portava a casa lo sciroppo d’acero per i pancake (era una tradizione della colazione della domenica mattina, a casa nostra… se volete provare a farli qui trovate la ricetta) e altri gadget con la foglia d’acero stampata sopra. A maggior ragione, adesso che ho scoperto questa fantastica biblioteca, il desiderio almeno di visitare il paese si fa ancora più grande.

Sul sito ufficiale trovate un sacco di info: dagli orari di apertura (nel caso siate nei paraggi) all’elenco completo dei libri rari che potete consultare lì.

Add Comment

Acconsento al trattamento dei miei dati secondo quanto esplicitato nella Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: