I pancake di Chiara Gamberale

Avete mai provato i pancake a colazione??? Io li adoro. Con sciroppo d’acero o marmellata di mirtilli sono il top per darvi la carica. Accompagnati poi da una spremuta d’arancia e da un frutto, vi danno tutto il necessario apporto energetico (e qualcosa in più) per affrontare la mattina lavorativa. Ma son buoni anche a merenda, eh? Io negli ultimi tempi ho un po’ barato, perché usavo il preparato per farli. Poi ho sfogliato per caso il libro di Chiara Gamberale Per dieci minuti (per questo ci vorrebbe tutto un discorso a parte, perché è un vero capolavoro – dicono – e ne hanno fatto perfino un programma TV su LaEffe, ma ne parliamo un’altra volta) e ho trovato la ricetta. E ho pensato di condividerla con voi.

ricetta-pancake

I pancake sono decisamente una delle mie colazioni preferite: me li fece conoscere tanti anni fa mio papà, di ritorno da un viaggio di lavoro negli States. Quando ci portò a casa quella bottiglietta di sciroppo marrone, dolciastro e appiccicoso, e la domenica mattina mia mamma si metteva a cuocere quelle strane frittelline sembrava di entrare in un telefilm americano. La colazione tutti assieme, con in sottofondo la musica dei vinili un po’ graffiata: è un’immagine così fresca nella mia mente che sembra ieri.

Di ricette online ne trovate tante; questa in particolare Chiara la recupera da un famoso foodblog www.buttalapasta.it.

Ingredienti (per 12 pancake)

ricetta pancake

125 g di farina
200 ml di latte
25 g di burro
2 uova
15 g di zucchero
6 g di lievito in polvere
1 pizzico di sale

La versione di Chiara è quella dei pancake alla Nutella, con la speciale crema alla nocciola non solo come guarnizione ma anche nell’impasto (2 cucchiai). Io non ne vado pazza – per la Nutella, intendo. No, non ho detto che sono pazza… Cioè sì, se c’è un dolce alla Nutella non è che lo snobbo, ma anche se ho il vasetto sempre comodo nella credenza non è che lo cerco, anzi. A volte mi dimentico pure che esiste. Quindi per me la ricetta è senza, se volete osare potete aggiungere le dosi indicate sopra nel primo passaggio.

Preparazione

Dividete gli albumi dai tuorli e versate questi ultimi (i rossi, per intenderci) in una ciotola, dove unirete il latte, il burro fuso (ecco, qui – se volete – anche la Nutella). Amalgamate bene e aggiungete il lievito e la farina precedentemente setacciati insieme. In un’altra ciotola montate a neve gli albumi con lo zucchero e uniteli al composto con un movimento dal basso verso l’alto.

(Nota: il segreto della mamma per montare bene gli albumi è di metterli in frigo qualche minuto, così che siano ben freddi, aggiungervi un pizzichino di sale e montare con le fruste a una velocità moderata, girando sempre nello stesso verso).

Raccomandiamo di non montare gli albumi a neve fermissima ma di lasciarli morbidi, altrimenti si formeranno dei grumi nell’impasto.

Scaldate un padellino del diametro di 10/12 cm e ungetelo con un po’ di burro (io di solito evito proprio il burro; se usate una padella antiaderente e la scaldate bene l’impasto si staccherà facilmente anche senza ungerla, ndb). Versate al centro un mestolo non colmo di composto e lasciate che si espanda. Quando il pancake sarà dorato giratelo con una spatola o rivoltatelo al volo come una crepe e fate dorare anche l’altro lato. Togliete il pancake e poggiatelo su un piatto dove impilerete gli altri man mano che sono pronti.

pancake

Ora per il “condimento” andate a piacere: io li adoro con lo sciroppo d’acero o con la marmellata, ma potete usare anche Nutella (ancora???) o frutta fresca e panna montata. Poi mi fate sapere come son venuti?

Add Comment

Acconsento al trattamento dei miei dati secondo quanto esplicitato nella Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: