[Sponsored Post] In edicola una collana sui capolavori dell’arte

Di solito durante le ferie ci si dà al turismo culturale. Invece di poltrire in spiaggia, sono sicura che molti di voi hanno girato città italiane e straniere, visitando magari anche qualche museo. Se siete appassionati d’arte e l’estate non è stata sufficiente per conoscere a fondo gli artisti che più amate, sappiate che il Corriere della Sera viene in vostro aiuto con una collana davvero imperdibile.

Philippe Daverio – un mito – giornalista e critico d’arte molto famoso, conduttore tra l’altro di Passepartout ed Emporio Daverio, ha curato personalmente e introdotto ogni singolo volume della raccolta “I capolavori dell’arte”. 35 monografie di pittori e scultori del calibro di Michelangelo, Raffaello, Klimt, Rubens, Degas e Masaccio (l’elenco completo lo potete consultare qui http://goo.gl/tRm2Xp), dove viene analizzata una singola opera e da quella si risale alle varie fasi della vita dell’autore, alla sua produzione artistica e al periodo storico in cui egli ha operato.

capolavori-arte-philippe-daverio

A partire dalla prima uscita, in edicola il 28 agosto a solo 1 euro oltre il prezzo del quotidiano, potrete approfondire le vostre conoscenze sui più grandi paesaggisti e ritrattisti italiani e stranieri, grazie anche a una sezione antologica con contributi importanti di artisti contemporanei: da Ernst Gombrich a Carlo Levi, da Giulio Carlo Argan a Bernard Berenson.

Ho potuto vedere in anteprima il primo volume, dedicato alla Nascita di Venere di Botticelli e la cosa che più ho apprezzato è stato lo stile con cui l’opera viene illustrata. Un linguaggio semplice, dettagliato ma al tempo stesso quasi narrativo.

Sospinta dal soffio dei venti che increspa in onde spumose la superficie del mare, Venere avanza leggera fluttuando sulla conchiglia, aggraziata e distante come una statua antica nello splendore della sua nudità: quest’immagine piena di luce è forse tra le più celebri dell’arte di tutti i tempi.
Eppure, nessun documento parla dell’esecuzione di questa allegoria mitologica, che è ricordata per la prima volta soltanto alla metà del Cinquecento da Giorgio Vasari come collocata nella villa medicea di Castello assieme all’altrettanto famosa Primavera. La villa era allora proprietà di Cosimo I, che può aver acquistato il dipinto personalmente o averlo ricevuto in eredità dai suoi antenati, membri del ramo cadetto della famiglia Medici. Tra questi, Lorenzo di Pierfrancesco detto il Popolano, raffinato collezionista e a sua volta proprietario della Primavera, potrebbe avere commissionato a Botticelli anche la Nascita di Venere, destinandola all’arredo della sua villa di campagna.

Ne scriverà poi Poliziano, riprendendo Ovidio:

Una donzella non con uman volto,
Da’ Zefiri lascivi spinta a proda,
Gir sopra un nicchio, e par che ‘l ciel ne goda.
Vera la schiuma, e vero il mar diresti

collana-libri-arte-corriereseraI volumi sono riccamente illustrati e le introduzioni di Daverio conferiscono alla collana un prestigio ancora maggiore. Chi meglio di lui può introdurci nel mondo dell’arte?

 

A partire dalla settimana successiva, cioè dal 4 settembre, le uscite saranno acquistabili al prezzo di 5,90 € (+ il costo del quotidiano) e sullo Store del Corriere potete acquistare gli arretrati o la collana completa. Curiosi di scoprire gli artisti trattati? Troverete, in ordine, Botticelli, Caravaggio, Renoir, Michelangelo, Van Gogh, Vermeer, Klimt, Piero della Francesca e tantissimi altri. Ecco qui il piano dell’opera, con tutte le uscite http://goo.gl/tRm2Xp.

Add Comment

Acconsento al trattamento dei miei dati secondo quanto esplicitato nella Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: