Migliori libri 2017: cosa ci siamo persi l’anno scorso?

Ogni anno in Italia, e nel mondo, vengono pubblicati migliaia di libri (nel 2016 sono stati 66.000, secondo i dati AIE) ed è difficile stilare una classifica. Quelle che trovi online sono basate per lo più sulle vendite, ma non è detto che un libro acquistato sia veramente bello: per scoprirlo devi leggerlo. Ecco perché nella mia personale lista dei migliori libri 2017 ho inserito storie che ho amato – e in alcuni casi anche recensito – e che ti consiglio di recuperare, se te le sei perse.

E poi c’è il mio personalissimo Best Book 2017: “4321” di Paul Auster edito in Italia da Einaudi.

miglior libro 2017

Non l’ho ancora terminato, ma dopo le prime 40 righe avevo già capito che era il libro più bello che avessi letto negli ultimi mesi.

Non fatevi spaventare dalle oltre 900 pagine, la storia è così avvincente e talmente ben scritta che non vi stancherete mai di averlo tra le mani (nonostante il peso).

La struttura del libro è un po’ particolare, ed è uno degli aspetti che più mi sta coinvolgendo nella lettura. Nel video della cinquina del mese di novembre ve la spiego bene.

Migliori libri usciti nel 2017, che non ho ancora letto

Uno spazietto, però, voglio dedicarlo anche ai libri usciti nel 2017 che non sono ancora riuscita a leggere ma che vorrei mettere quanto prima sul comodino.

  • Exit West di Moshin Amid (Einaudi): un po’ di anni fa ho letto “Come diventare ricchi sfondati nell’Asia emergente” e mi era piaciuto molto, ma questo suo ultimo lavoro sembra essere ancora più interessante ed emozionante. Parla di due giovani costretti a scappare da un paese in guerra, che vogliono però mantenere in vita il loro amore. Sembra una storia d’amore strappalacrime ma la scrittura di Amid trasforma tutto in uno dei romanzi di più alta letteratura mai scritti, stando alle recensioni.

«Exit West è una tale sberla emotiva che continuerete a pensarci per giorni. Perché Hamid non vi sta soltanto raccontando una storia, vi sta chiedendo in che mondo volete vivere».
«The Bookseller»

  • Ragazze elettriche di Naomi Alderman (Nottetempo): un romanzo distopico che strizza l’occhio al Racconto dell’ancella di Margaret Atwood (attualmente sul mio comodino), anche se qui le donne non sono sottomesse ma portatrici della forza e del potere di far vivere o morire.
  • Il mare dove non si tocca: di Fabio Genovesi (Mondadori): una storia allo stesso tempo ironica e struggente sull’infanzia, la famiglia e la vita. Me ne hanno parlato tutti così bene che non potevo non segnarlo in wishlist: tu l’hai letto?

Libri illustrati: i più belli del 2017

Non poteva mancare una piccola sezione dedicata ai libri illustrati. Non sto parlando di libri per bambini (anche di quelli ne sono usciti di bellissimi!), ma di veri capolavori artistici per lettori appassionati. Ecco la mia TOP 3:

  1. Atlas Obscura, che vi avevo presentato quest’estate in occasione del tradizionale post con i libri da mettere sotto l’ombrellone
  2. Cromorama di Riccardo Falcinelli, che ho consigliato anche nell’ultima puntata dell’anno della mia rubrica su ReteOro
  3. 10 mappe che spiegano il mondo di Tim Marshall (Garzanti), che è assolutamente un libro da avere nella libreria

E per te, qual è stato il libro più bello letto nel 2017?

3 Comments

  1. Paolo

Add Comment

Acconsento al trattamento dei miei dati secondo quanto esplicitato nella Privacy Policy

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: