Ogni anno mi riprometto di mangiare più sano, fare più attività sportiva, spendere meno in vestiti e scarpe e… leggere di più! Per il 2017 mi sono posta degli obiettivi ancora più precisi: ecco i miei buoni propositi letterari.

Nel 2016 il traguardo #1anno60libri è rimasto solo un traguardo (qui c’è il recap e la mia top 3 delle letture), ma solo perché non ho contato i libri che ho letto alla fagiola. Se no, l’avrei brillantemente superato! Non mi sento ancora pronta per alzare l’asticella, anche perché 60 libri mi sembra già un buon numero. Praticamente è come se riuscissi a leggere veramente tutti i titoli che ogni mese vi propino con la mia #cinquinadelmese (miraggio!).

Allora ho deciso di “alzare il livello”, cercando di avvicinarmi il più possibile al traguardo dei 60 libri letti in un anno con:

  • Libri in lingua originale: Joan Peter Sloan consiglia, a chi vuole migliorare il proprio inglese, di leggere i romanzi, tipo Harry Potter. Sì, avete letto bene. Non è uno scherzo.
    Per questo ho acquistato il primo volume della saga del mago di Hogwarts in lingua originale e conto (leggi: spero) di completarla tutta entro la fine del 2017. Ovviamente poi ci vorrei infilare pure i film, sempre in lingua originale, ma questo magari me lo tengo come proposito di riserva per il 2018.
  • Classici della letteratura: vorrei inserire, ogni mese, un classico letterario. Ne ho già letti molti, in realtà sono partita proprio con quelli nella mia vita di lettrice, ma sono davvero tantissimi e me ne mancano di bellissimi, tipo Frankenstein, che sarà il primo a comparire nella #cinqinadelmese di gennaio.
  • 100 libri da leggere almeno una volta nella vita: questa lista ha destato non poche polemiche, perché sembra essere davvero riduttiva. In realtà sono rimasti fuori dei grandi scrittori e dei grandi libri, ma si sa, le liste non riescono mai ad accontentare tutti. Visto però che sono ancora abbastanza indietro (attualmente ne ho letti 35, di quei 100), vorrei depennarne almeno altri 15, così da arrivare a metà strada, visto che quest’anno – il 2017 – sono all’incirca “nel mezzo del cammin di mia vita” come direbbe il sommo Dante.

E voi? Quali buoni propositi avete per l’anno nuovo?